info@anilonti.it (+39) 331 34 99 046
Le aziende che creano valore avranno successo
Le aziende che creano valore avranno successo

Le aziende che creano valore avranno successo

Le aziende che creano valore avranno successo. Questa affermazione non è nuova ma è più che mai attuale. Così come è ancora molto attuale, se non addirittura all’avanguardia, il pensiero di Adriano Olivetti:

le comunità urbane dovrebbero “possedere” aziende con consigli d’amministrazione composti da manager, rappresentanti dei lavoratori, della comunità e degli istituti culturali. Le aziende non rischierebbero di indebolirsi per questo, perché i manager scelti con rigore e meritocrazia avrebbero la responsabilità degli investimenti produttivi, mentre i profitti eccedenti sarebbero reimpiegati per il bene della comunità. Fabbriche e uffici sarebbero “aperti alla luce e rallegrati da fiori ed alberi”. Le scoperte della scienza renderebbero il lavoro né troppo lungo, né faticoso. Coloro che fanno parte di un’ azienda avrebbero chiaro il senso ed il valore del proprio lavoro, poiché parteciperebbero realmente ad essa oltre ad eleggere i propri rappresentanti nel governo dell’ impresa stessa e della Comunità.

IL BENESSERE PRIMA DI TUTTO

Questo sogno si basa su un concetto semplice ma fondamentale: le persone devono stare bene sul luogo di lavoro. Solo le aziende che sapranno mettere in pratica questo concetto riusciranno a valorizzare la propria forza lavoro. In un momento storico in cui i cambiamenti sono sempre più repentini, le  tecnologie sempre più all’avanguardia, la vera differenza la fa il capitale umano.

Sognavo, allora come oggi, un mondo ideale in cui le aziende fossero un luogo di costruzione di progetti, di condivisione, di incontri umani, di crescita umana e professionale delle persone, di realizzazione individuale e comunitaria.Marina Salamon

Come si valorizza il capitale umano? Facendo attenzione alle persone. Condivisione e partecipazione diventano concetti che entrano nel quotidiano, così come la formazione. Collaboratori coinvolti e responsabilizzati, che sanno cosa devono fare e perchè lo fanno avranno una motivazione intrinseca molto forte per svolgere al meglio il loro compito.

L’IMPORTANZA DELLA LEADERSHIP

Scegliere dei manager adatti, che siano leader in grado di motivare i collaboratori, è fondamentale. Arroganza, mancanza di sobrietà, incapacità di ascoltare e comunicare sono atteggiamenti inaccettabili. Chi ricopre ruoli apicali senza avere un adeguato background morale, alla lunga risulta  fragile e insicuro. Un manager deve essere leader e deve quindi avere una responsabilità educativa nei confronti dei suoi collaboratori.

Un capo che non identifica il potere con il servizio, non ha capito molto del suo ruolo.

FARE SQUADRA

Altra caratteristica fondamentale per fare la differenza è il saper fare squadra. Le aziende sono dei microcosmi in cui si innescano un’infinità di interazioni umane. Saper essere squadra vuol dire possedere un elevato livello di interazione tra i membri che possiedono competenze professionali pregiate e svolgono compiti assai impegnativi che presuppongono elevata interdipendenza e cooperazione.

L’AZIENDA COME UNA COMUNITÀ

Col passare del tempo le aziende sono diventate il più importante luogo di socializzazione delle nostre vite. Hanno sostituito molti altri luoghi di vita condivisa diventando delle vere e proprie comunità. Chi dirige l’azienda deve percepire i bisogni dei propri collaboratori e rendere il luogo di lavoro confortevole. Un luogo in cui le persone si rechino volentieri, che offra servizi adeguati e dove la persona sia al centro.

Questa idea di impresa è un modello che può portare al successo, non inteso solamente come risultato economico ma come creazione di valore aggiunto per l’intera comunità.

Lascia un commento

WhatsApp chat