Crescita professionale: errori da evitare

Crescita professionale: errori da evitare

“Come posso crescere professionalmente?” Mi capita spesso di sentirmi rivolgere questa domanda, soprattutto da manager e liberi professionisti.

La prima considerazione da fare quando sentiamo la necessità di migliorare la nostra situazione lavorativa è quella di misurare quanto è forte la nostra spinta al cambiamento. Cosa siamo disposti a mettere sul piatto del cambiamento e quanto siamo motivati e determinati a perseguire nuovi obiettivi?

Sono tutti quesiti a cui è necessario rispondere (sai che puoi verificare la tua spinta motivazionale al cambiamento e altre tue abilità con uno strumento scientifico ed oggettivo? Clicca qui per maggiori informazioni!).

PERICOLI DELL’ASSENZA DI CRESCITA PROFESSIONALE

L’assenza di crescita professionale può portare, in casi limite, a quello che in gergo viene definito burnout o esaurimento professionale. Ci si sente  stanchi e senza motivazione, soverchiati da impegni e scadenze.

ERRORI DA EVITARE

Nonostante questo scenario possa sembrare assai negativo c’è una buona notizia: cambiare è possibile! E dipende soltanto da noi, dalle nostre scelte e dal nostro atteggiamento.

Ecco una lista di comuni errori che possiamo evitare:

  • Restare sempre se stessi. Sfidando i nostri limiti e utilizzando la paura come una leva, impariamo qualcosa di nuovo, usciamo dalla nostra comfort zone e diventiamo migliori.
  • Avere pensieri negativi. “Se non trovo altri clienti?”, “Se non mi confermano il lavoro?”. Sono alcuni esempi di pensieri negativi che assorbono molte energie mentali e, spesso, ci bloccano. Pensiero rivolto al presente, programmazione efficace di obiettivi e, soprattutto, passare dal pensare al fare le cose!
  • Mettere la testa sotto la sabbia. Capita a tutti di incontrare degli ostacoli nella propria vita professionale. Facendo finta che questi ostacoli non esistano non riusciremo certo a superarli. Quando hai un problema non ignorarlo, studia una strategia, affrontalo e superalo!
  • È urgente!. Sai dare una definizione di importante? E di urgente? Se pensi siano due cose molto diverse, è bene che impari a distinguere ciò che importante da ciò che urgente e per evitare di perdere tempo in attività che non sono redditizie.

Sei interessato a crescere e vuoi iniziare un percorso volto al tuo miglioramento professionale? Contattami!

Leave a comment

Name
E-mail
Website
Comment