Competenze o prestazioni?

Competenze o prestazioni?

Mi trovo spesso a collaborare con aziende che mi chiedono se è possibile fare una valutazione delle competenze delle risorse umane. Tramite l’utilizzo di uno strumento avanzato come il DReCT & PACE test riesco a soddisfare questa esigenza in maniera precisa e dettagliata, fornendo all’azienda una fotografia del potenziale del capitale umano.

PERCHÈ RICORRERE AD UNO STRUMENTO DI ASSESSMENT?

Aziende ed imprenditori possono richiedere un’analisi delle competenze per svariati motivi:

  • Come punto di partenza per un progetto di formazione pensato per andare a colmare alcune lacune
  • Per meglio indirizzare i propri collaboratori nello sviluppo della loro carriera
  • Per procedere ad una ricollocazione delle risorse umane all’interno dell’azienda

Il DReCT & PACE test è lo strumento adatto a soddisfare queste richieste e, in oltre, fornisce anche un risultato molto chiaro su quali leve motivazionali è possibile utilizzare con i vari collaboratori.

VALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI

Come sono valutate le prestazioni in azienda? Il più delle volte in base al raggiungimento (o non raggiungimento) di uno o più risultati e il “premio” è spesso una gratifica in denaro. Quindi le prestazioni sono valutate senza tenere in considerazioni le competenze. Ha senso valutare la capacità di una persona di raggiungere un risultato se quanto gli viene chiesto esula dalle sue competenze?

CAMBIARE PROSPETTIVA

Se provassimo a far dipendere la valutazione delle prestazioni dalla mappatura delle competenze personali (questo scenario funziona solamente in ambiti in cui le competenze sono mappate a prescindere dalla mansione)? Un motivo molto importante per cui le aziende dovrebbero procedere con la mappatura delle competenze è quello di conoscere il potenziale della propria organizzazione.

Non esiste azienda più grande delle persone che la compongono

In un contesto del genere le risorse andrebbero suddivise e assegnate a diversi gruppi di lavoro in relazione alla capacità delle risorse di soddisfare i requisiti richiesti dal gruppo in termini di competenze possedute. In questa situazione è possibile applicare la stessa logica alla valutazione delle prestazioni: in base agli obiettivi dei gruppo di lavoro.

SVILUPPARE IL CAPITALE UMANO

Per far si che il capitale umano si sviluppi concretamente, il processo di valutazione delle prestazioni e la mappatura delle competenze dovrebbero essere un unico processo che dovrebbe rispondere a questi principi:

  1. Le persone dovrebbero godere di mobilità all’interno dell’azienda e dovrebbero essere impiegate nelle attività per le quali hanno le maggiori competenze
  2. Il risultato delle attività progettuali dovrebbe essere valutato dal cliente
  3. Il raggiungimento del risultato dovrebbe essere valutato in base valore economico aggiunto (o alla perdita)
  4. Al termine dell’attività progettuale il responsabile del progetto deve procedere ad una ri-mappatura delle competenze in base ai risultati ottenuti
  5. La valutazione delle performance (collegata in questo modo alle competenze) dovrebbe essere la linea guida per le politiche di sviluppo della risorse umane all’interno dell’azienda

Leave a comment

Name
E-mail
Website
Comment